Digital Storytelling


digital-narrazione

Articolo liberamente tradotto da: e-School News

Recenti iniziative nell’istruzione tendono a valorizzare il pensiero creativo e molti insegnanti sono alla ricerca di modi originali per trasferire i contenuti scolastici. Bernard Robin, Ph.D. e professore associato di apprendimento, design e tecnologia presso l’Università di Houston, ha osservato che una tecnica antica come quella della narrazione potrebbe essere lo strumento perfetto per combinare la conoscenza e l’esperienza umana.

“A tutti piace una buona storia, ed è un modo molto interessante e attraente per trasferire informazioni da una persona ad un’altra,” ha detto Robin. “Questa ha senso se si vogliono usare tutti gli strumenti ai quali abbiamo accesso al fine di ottenere la comprensione e facilitare discussioni in aula.”

shutterstock_91096202Lo Storytelling digitale utilizza vari tipi di media per raccontare storie o illustrare i concetti scolastici in modo coinvolgente e stimolante per gli studenti di oggi. Il concetto è nell’aria dalla fine degli anni ’80, ma solo recentemente si è iniziato ad utilizzare la narrazione digitale in aula per illustrare i concetti e creare connessioni culturali.

Il sito di Robin fornisce esempi, informazioni e consigli sull’utilizzo della narrazione digitale per insegnare tutte le discipline dalla musica alla matematica.

“La mia speranza è che gli educatori vedano questo sito web, guardino le esercitazioni, seguano i link, e facciano da soli”, ha detto Robin.

Gli insegnanti non dovrebbero preoccuparsi se non sanno tutto di tecnologia, prosegue. Invece, essi dovrebbero responsabilizzare gli studenti per essere in grado di utilizzare le risorse multimediali per dimostrare la loro conoscenza.

scuola-2-0“I giovani di oggi sono molto scaltri tecnologicamente e rispondono bene alle informazioni a schermo e alla creazione di cose che dimostrino comprensione e conoscenza”,  prosegue Robin.

IMG_0616Una scuola a Akron, in Ohio, sta usando lo storytelling digitale per favorire la comprensione interculturale tra gli studenti. Un legame di parentela con la tribù Northern Cheyenne del Montana ha fornito l’occasione per il dirigente della scuola Sam Castagna ed i suoi studenti del settimo e ottavo grado della Scuola Lippman di condividere storie con gli studenti di terza media al momento della prenotazione di un viaggio di istruzione presso il Northern Cheyenne. In tre anni, gli studenti si sono incontrati in Ohio e nel Montana due volte, e gli studenti del Nord Cheyenne hanno in programma di visitare l’Ohio nuovamente questo ottobre.

ImmaginestoryIl progetto stesso, “Storytelling attraverso le nazioni”, mantiene vivi i contatti, condividendo storie in digitale quando non si è in grado di visitare l’altro. Gli studenti della Lippman e gli studenti in visita compilano storie che raccolgono da interviste ai membri più anziani della loro comunità. Alcune storie sono già pubblicate sul progetto del sito web , così gli studenti e i membri della comunità possono vedere le somiglianze tra le culture.

“Io non voglio avere la ‘nostra pagina’ e la ‘loro pagina,'” ha detto il Maestro John Bennett, gestore del sito. “Ho molta voglia di concentrarmi sulle storie stesse.”

Dopo un workshop sulla narrazione, gli studenti hanno provato ad  intervistare gli anziani in una casa di riposo adiacente alla Scuola Lippman. L’acquisizione delle storie è stata svolta in due fasi: un colloquio preliminare con carta e penna, seguito da un colloquio più approfondito e registrato.

Bennett racconta che questa impostazione fornisce opportunità di apprendimento che normalmente non avvengono in aula. Ad esempio, uno studente ha intervistato una donna di nome Frieda e ha riferito a Bennett che pregava per tutte le persone, anche le persone che l’avevano ferita.

“Quella donna è stata maltrattata tutta la vita, ma era in pace col mondo”, prosegue Bennett.”E lo studente è rimasto sbalordito”

lipmanPoiché la Scuola Lippman si fonda su valori ebraici, Bennett pensa  che il collegamento tra il male subito da Frieda e quello che alcune vittime dell’Olocausto potrebbero aver sentito ha sicuramente lasciato un segno nello studente.

“Questo tipo di narrazione digitale è sull’umanità”, ha detto Bennett. “E’ a un livello molto più profondo.”

Le due scuole hanno intenzione di continuare il progetto di narrazione quest’anno e pubblicare altre storie sul sito web del progetto. Anche se il finanziamento è limitato, essi sperano di essere in grado di acquistare più attrezzature lo stesso.

courseraPer gli insegnanti che desiderano integrare la narrazione digitale nella loro classe, Robin consiglia di imparare come utilizzare gli strumenti e passare questa conoscenza agli studenti, così gli studenti sono attrezzati per raccontare le loro storie. Robin e i suoi studenti laureati condurranno un MOOC libero sul digital storytelling che ha inizio l’8 settembre e continueranno a fornire corsi simili per i prossimi tre anni. Gli insegnanti in Texas possono ricevere un account per la formazione continua in questi corsi.

L’aspetto più importante della narrazione digitale, dice Robin, è che si faccia a beneficio degli studenti.

“Penso che lo storytelling digitale abbia la capacità di contribuire a facilitare la creatività,” continua. “E offre agli studenti una voce e un modo per condividere i loro sentimenti.”

Per una risorsa passo passo sul digital storytelling in classe, visitare il sito (in inglese): http://digitalstorytelling.coe.uh.edu/page.cfm?id=23&cid=23 .

Questo video fornisce le basi della narrazione digitale nell’istruzione (in inglese): http://video.pbs.org/video/2250200562/ .