06 maggio 2014

L’ISTRUZIONE NELLA RIFORMA DEL TITOLO V° DELLA COSTITUZIONE

2014/br4_tit5_mini.gif

Insieme alla più discussa riforma del Senato, il Disegno di Legge Costituzionale 1429 contiene anche la riforma del Titolo V. Scompare la legislazione concorrente e parte significativa delle materie attualmente di legislazione concorrente ‘migra’ alla competenza statale.
Anche l’istruzione è coinvolta in questo processo, ma non si sciolgono i nodi della gestione del personale. All’interno analisi e commento del DDL.

12 dicembre 2013

Il discorso su cui Enrico Letta ha chiesto la fiducia

2013/br3_letta_mini.gif

Nel suo discorso alle Camere per ricevere la fiducia, il Presidente del Consiglio ha dedicato un passaggio alla scuola che riportiamo. Sono indicati, in termini molto generali, i seguenti punti: Costituente per la scuola, anticipo del diploma, formazione-reclutamento-carriera insegnanti, scuola dell’infanzia per tutti. All’interno il commento dell’ADI

18 luglio 2012

Sarà la volta buona? Nuova bozza di accordo Stato Regioni per l’attuazione del Titolo V in materia d’istruzione

2012/atv2_cover_mini.gif

La presidente dell’ADi, riprendendo un tema caro all’associazione, ha analizzato la nuova bozza di accordo Stato Regioni per l’attuazione del Titolo V. Rispetto ad analoga bozza del 2010, pare aprirsi qualche spiraglio per superare il ruolo improprio dello Stato come datore di lavoro del personale scolastico e fargli svolgere ciò che gli compete e che solo lui può fare: le norme generali, i principi fondamentali, i lep.

29 marzo 2012

La riforma degli Organi Collegiali – Se non siete pronti …

2012/br2_oocc_mini.gif

Viste le Norme per l’autogoverno delle istituzioni scolastiche statali , varate il 22/03/12 dalla VII Commissione Cultura della Camera con l’accordo di PD, PDL e UDC , si può dire, parafrasando il presidente Monti, “Se non siete pronti …” aggiungendo ”lasciate perdere”.
All’interno il testo delle norme e le osservazioni dell’ADi secondo cui non si è ancora abbandonata “l’autogestione di tipo jugoslavo”.

13 febbraio 2012

Scuola, docenti e attuazione del Titolo V: la Regione Lombardia almeno ci prova; e lo Stato?

2012/br2_reglomb_mini.gif

Carlo Marzuoli considera l’articolo del progetto di legge lombardo, che attribuisce alle scuole il reclutamento dei docenti, una disposizione in contrasto con la legislazione attuale. Ritiene però che non vada liquidata sbrigativamente perché oggi l’autentico scandalo è l’immobilismo. E’ indilazionabile, sostiene il giurista, uno stato giuridico adeguato alla decentralizzazione definita dal Titolo V, attraverso cui risolvere anche il reclutamento.